una comunità che salverà sé stessa

L’ipotesi di “comunità dell’Arte e cultura” prevedeva che tra artisti, promotori ed operatori e pubblico si attivassero dei meccanismi di scambio, per rendere solido e personale il senso di mutualità che ne dev’essere la condizione essenziale.

Si è quindi sviluppato un progetto (sperimentale) che esplicitasse  il principio della comunità e permettesse ad operatori e pubblico di ricevere reciproci ed esclusivi vantaggi dal semplice fatto di farne parte.  Il sito arteresiliente.net è stato allestito ed utilizzato per sondare aspettative ed interessi degli spettatori e le loro reazioni davanti alle proposte di ottenere vantaggi (biglietti a prezzi riservati “community”) messi a disposizione dagli organizzatori già inseritisi nel circuito.